Home > News > Siulp Cosenza denuncia la mancata assegnazione di mezzi alla Polstrada

Siulp Cosenza denuncia la mancata assegnazione di mezzi alla Polstrada

Cosenza – Pochi i mezzi a disposizione della Polizia Stradale della provincia di Cosenza.  La denuncia è del segretario generale del Siulp (Sindacato Unitario dei Lavoratori di Polizia) Luciano Lupo che in una nota «esprime preoccupazione per la sicurezza del personale impiegato nei servizi di vigilanza e soccorso nelle tratte di competenza dell’autostrada A/3 e delle strade statali SS18 e SS106».

«Da oltre un anno il Siulp ha formalmente lanciato l’allarme – scrive Lupo –  dal momento che oltre ad essere veramente poche le autovetture a disposizione, quasi tutte hanno percorrenze chilometriche elevatissime (alcune addirittura superano i 400.000 km.). La sola buona volontà della Dirigenza – sottolinea – e degli stessi operatori, che talvolta ricorrono a sistemi “fai da te” per risolvere le problematiche legate alla marciabilità delle autovetture di servizio, non basta più. Ed è un paradosso, con gli organici del personale ridotti rispetto ad alcuni anni fa, pensare che poliziotti della stradale possano rimanere appiedati in Caserma, impossibilitati a prestare servizio automontato per mancanza di vetture con colori d’istituto».

Siulp Cosenza, per tramite della Segreteria Nazionale, ha inviato una lettera di protesta al Dipartimento della Pubblica Sicurezza per chiedere «condizioni di lavoro migliori per tutti i poliziotti della stradale della provincia di Cosenza che, per il contributo che danno alla collettività, meritano una vivibilità del servizio adeguato alla modernità dei tempi.

Il Siulp chiederà – si legge nella missiva –  che il consueto piano operativo “estate sicura” venga attuato con l’impiego di tutto l’organico del Reparto Prevenzione Crimine di Rende, evitando frammentazioni con aggregazioni in territori extraregionali.

La provincia di Cosenza sta registrando una recrudescenza criminale evidenziata dalle ultime notizie di cronaca di Castrovillari, Rossano, Montalto Uffugo, di tante altre località e dello stesso capoluogo, per cui sarebbe anacronistico aggregare forze disponibili in territori extraregionali dove già insistono altri Reparti Prevenzione Crimine, Reparti Mobili ed i normali presidi territoriali.

Riteniamo pertanto, per il benessere della nostra collettività, che questa estate gli uomini del Reparto Prevenzione Crimine di Rende vengano impiegati, in servizio, nel vasto territorio della provincia di Cosenza».

Annunci
Categorie:News
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: