Home > News > CGIL: Convocato tavolo interministeriale per emergenza e sviluppo nel Pollino

CGIL: Convocato tavolo interministeriale per emergenza e sviluppo nel Pollino

foto angelo sposatoPollino – Il segretario generale Cgil  Pollino Sibaritide Tirreno, Angelo Sposato (nella foto), ha ufficializzato, attraverso un comunicato stampa, la richiesta di un tavolo interministeriale con il nuovo Governo, per lo sviluppo e l’emergenza terremoto e per individuare misure dirette a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma dello scorso 26 ottobre.

«Chiederemo a breve, attraverso l’Ente Parco del Pollino, la riconvocazione del tavolo nazionale sull’emergenza terremoto e lo sviluppo del Pollino presso il Ministero dell’ambiente. Nel frattempo – si legge nella nota – chiediamo al nuovo Governo di individuare, così come avvenuto in Emilia Romagna, le misure per sostenere direttamente le popolazioni colpite dal terremoto, con un provvedimento d’urgenza per la sospensione dei mutui, dell’Imu, del bollo auto, delle rate Inps e Inail, delle tasse e delle trattenute fiscali dei lavoratori delle Imprese operanti nel cratere e previste nel decreto di emergenza».

Lo stesso interessamento il sindacato del Pollino lo ha già dimostrato sulla questione Centrale del Mercure.  «In queste settimane, dopo anni di conflittualità e di scarsa informazione, ci siamo spesi per riprendere l’annosa questione della centrale a biomasse del Mercure. Lo abbiamo fatto – ha reso noto il segretario Sposato – chiedendo un tavolo istituzionale nazionale presso il Ministero dello sviluppo economico per esaminare congiuntamente a CISL e UIL, all’Ente Parco del Pollino, l’Enel, le regioni Calabria e Basilicata, le amministrazioni locali, il Governo, tutti gli aspetti che hanno impedito ed impediscono per decenni l’avvio di un sito energetico che è catalogato tra quelli a fonte rinnovabile e che comunque è insediato su un’area protetta.

Abbiamo chiesto la garanzia ed il rigore delle prescrizioni previste dalla legge per la tutela della salute dei cittadini e per l’ ambiente, con l’istituzione di un osservatorio scientifico per il controllo delle emissioni e della salute al quale possano essere rappresentate anche le associazioni ambientaliste, rimarcando – si legge nella nota – la necessità di un protocollo di legalità e di interventi infrastrutturali sulla viabilità, la salvaguardia dell’economia del territorio, dell’Impresa e della manodopera locale».

Annunci
Categorie:News
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: