Home > Agenda, Castrovillari, News, Spettacoli > Primavera dei Teatri saluta con arte, musica e spettacoli

Primavera dei Teatri saluta con arte, musica e spettacoli

Primavera dei Teatri 2013GUARDA I VIDEO DEGLI SPETTACOLI @telecastrovillari.tv | media partner di Primavera dei Teatri

Castrovillari (CS) – Ultimo giorno in compagnia di Primavera dei Teatri, quattordicesima edizione del festival sui nuovi linguaggi della scena contemporanea, ideato e organizzato dalla compagnia Scena Verticale.

Alle 18.30, nella sala 14, del Protoconvento francescano, la Compagnia degli Scarti mette in scena “Big Biggi One Man Show” per la regia di Enrico Casale.

Chi l’ha detto che il protagonista di un one man show dev’essere affascinante, simpatico e spigliato? E se in barba ai soliti spettacoli buonisti e zuccherosi si decidesse di concedere il palco ad un “anti one man show”, apparentemente insignificante, straordinariamente demenziale e assolutamente esilarante? Una provocazione irriverente e spietata, un progetto coraggioso ed estremo.

Simone Biggi nella sua “inconsapevolezza teatrale” dà sfogo a un girotondo di storie che passano dalla sua vita e arrivano ai più celebri momenti della storia del teatro occidentale. In un’epoca in cui ci si appassiona fino alla patologia a individui senza qualità messi al centro dello “show”, al telegiornale, nei reality, nei ruoli di comando, dalla Corrida al Grande Fratello, sembra proprio che l’Italia si fondi su quello. Ma indignare con la serena e completa consapevolezza di farlo, senza alcuna sovrastruttura mentale, è un’altra cosa. In pochi ci riescono. Big Biggi è uno di quelli.

Alle 20, al Teatro Sybaris, Fibre Parallele e Festival delle Colline Torinesi presentano in anteprima nazionale “Lo Splendore dei Supplizi”, di e con Licia Lanera e Riccardo Spagnulo.

Quattro figure tipo della società contemporanea. Quattro esempi di supplizi esemplari per mettere in evidenza come i castighi siano scomparsi dalla sfera pubblica per rifugiarsi in quella privata e come ognuno di noi, in nome della ricerca ossessiva della verità, sia pronto a giudicare e a sacrificare il proprio vicino di casa diventando spettatore del suo supplizio.

A seguire, alle 22.30, al Castello Aragonese, Scena Verticale propone “Morir si giovane e in andropausa”, di Dario De Luca e Giuseppe Vincenzi.

Un progetto di teatro-canzone che si occupa di precarietà e lavoro, quello che non c’è; di illusioni e disillusioni politiche; di fobie che accompagnano il nostro vivere quotidiano; evidenzia bisogni e desideri di una generazione, quella dei trenta-quarantenni, lasciati in mutande da una società gerontocratica e senza futuro. Con la musica, le parole e una sana e feroce (auto)ironia.

Il 2 giugno, alle 5 del mattino, si conclude il percorso all’interno del Castello Aragonese con il concerto “Volo Inferno”,  di e con Gianfranco De Franco e con Ilaria Montenegro – che segnerà l’alba di un nuovo giorno e di una nuova libertà, all’interno della cosiddetta “Torre Infame”.

In serata, a partire dalle 20, si terrà la festa di chiusura del festival al centro storico, con performance, installazioni e interventi artistici a cura della Sartoria-Situazione off.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: