Home > Agenda, Cultura, Libri > La Calabria ospite d’onore al Salone del Libro di Torino

La Calabria ospite d’onore al Salone del Libro di Torino

Torna-il-Salone-internazionale-del-Libro-di-TorinoLa Calabria affascinante culla della civiltà d’Occidente, testimonia la sua vivacità culturale con la presenza al Lingotto Fiere, pronta ad accogliere la ventiseiesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, una vera e propria vetrina dove anche l’editoria locale può farsi conoscere oltre i confini del proprio territorio.

Oltre al consueto spazio per il “Paese Ospite”, che quest’anno sarà il Cile, il Salone internazionale del  Libro, in programma dal 16 al 20 maggio, per la prima volta avrà anche una “Regione Ospite”: la Calabria.

Si tratta di un progetto che, come evidenzia il presidente della Giunta calabrese, Giuseppe Scopelliti, «è stato fortemente richiesto dalla Regione stessa e accolto con grande interesse dagli organizzatori del Salone».

Saranno oltre mille gli studenti calabresi che parteciperanno alla manifestazione. Tra questi si distingueranno le hostess e gli stuart dell’Istituto Tecnico Statale settore Economico e Tecnologico “G. Filangieri” di Trebisacce, diretto dalla dott.ssa Domenica Franca Staffa che hanno aderito al progetto culturale Travel game: “Le scuole calabresi in vetrina al Salone internazionale del libro di Torino” e hanno accolto con entusiasmo l’invito dell’associazione culturale “La Movida”, che ha organizzato nella città capoluogo di regione piemontese delle attività specifiche riservate alle scuole.

Il “Travel game” è un particolare format di viaggio d’istruzione che prevede la partecipazione di diverse scuole che viaggeranno contemporaneamente alla volta di Torino e saranno protagoniste di un emozionante confronto con domande concordate con i docenti. I vincitori della sfida culturale vinceranno i premi offerti tra i quali: i gioielli del maestro orafo Michele Affidato, i libri di Rubbettino Editore, i cioccolatini di Monardo, i soggiorni in Sila, presso il Faro; i vini di Senatore (cantina di Cirò).

All’interno del Salone, le scuole avranno la possibilità di visitare gratuitamente il padiglione della Regione Calabria: tra le altre bellezze, 350 mq con un bookshop, shopping dei sapori, area relax, mostra sulla tipografia storica calabrese XVI-XXVII secolo.

Nella giornata conclusiva, il 20 maggio, è previsto un incontro con tutte le scuole calabresi.

Alla conferenza stampa di presentazione del Salone del Libro è intervenuto anche l’assessore alla Cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri: «È una straordinaria occasione per mettere in mostra le tante eccellenze calabresi e per aumentare il numero dei lettori» – ha dichiarato l’assessore. Nello stand della Regione e in tutto il Salone, saranno presentati non solo libri, autori, editori e premi letterari calabresi ma verrà anche evidenziata la grande storia del Sud e della regione, che «non si può ridurre a storia criminale poiché è storia di grande, straordinaria cultura».

Tra le innumerevoli iniziative e presenze, verranno esposti importanti testi antichi, a cominciare dal primo libro al mondo stampato in ebraico, il “Pentateuco” nel 1475 a Reggio Calabria, una tela originale di Mattia Preti, gli ori di Gerardo Sacco, le ceramiche di Seminara, le tipicità gastronomiche.

Durante la serata inaugurale, è stata presentata la mostra su Mattia Preti, “Il Cavalier calabrese, Mattia Preti tra Caravaggio e Luca Giordano”, curata da Vittorio Sgarbi e  dal professore di storia dell’arte all’Università di Malta, Keith Sciberras, proprio in onore della Calabria come “Regione Ospite” del Salone.

Durante la manifestazione verranno ricordati, inoltre, tanti personaggi calabresi che hanno fatto la storia del mondo, da Cassiodoro a Gioacchino da Fiore ad Aloysius Lilius. Molti saranno gli ospiti, da Vittorio Sgarbi a Paolo Mieli, da Tullio De Mauro a Marcello Veneziani, da Dacia Maraini a Giovanni Puglisi, da Giordano Bruno Guerri ad Aldo Mola, da Mirella Barracco a Salvatore Settis, da Corrado Calabro’ a Pino Aprile, da Pietrangelo Buttafuoco a Cesare De Michelis, da Mirella Barracco a Roberto Giacobbo, da Giorgio Albertazzi a Giuseppe Roma, da Giovanni Russo a Eugenio Bennato e poi anche Carmine Abate, Mimmo Gangemi, Angela Bubba, Nicola Gratteri, Anna La Rosa, Sandra Savaglio, Ugo Cardinale, Saverio La Ruina e innumerevoli altri.

Un’occasione di cultura per mettere in vetrina le bellezze di una Regione spesso macchiata dal nero della cronaca e dell’ignoranza.

Annunci
Categorie:Agenda, Cultura, Libri
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: