Home > News, Salute&Ambiente > Castrovillari/ Sanità: Il sindaco incontra Scarpelli ma le Civiche accusano: «Troppi silenzi e pochi fatti»

Castrovillari/ Sanità: Il sindaco incontra Scarpelli ma le Civiche accusano: «Troppi silenzi e pochi fatti»

Ospedale CVCastrovillari (CS) – La Sanità continua ad essere un problema aperto per il capoluogo del Pollino e il suo circondario. Martedì 30 aprile, su richiesta del Comitato Territoriale per la Tutela della Salute nell’Area del Pollino e della Sibaritide, si è tenuto a Cosenza, un incontro con il Direttore Generale dell’Asp di Cosenza, Gianfranco Scarpelli, per chiedere la revoca del provvedimento che ha stabilito la riduzione di dieci posti letto nel reparto di Chirurgia e la probabile chiusura ai ricoveri di Ortopedia.

L’incontro, a cui erano presenti, oltre al primo cittadino di Castrovillari, Domenico Lo Polito, il consigliere provinciale Piero Vico, i consiglieri comunali  Giovanna D’Ingianna, Onofrio Massarotti e Giuseppe Santagada, i sindaci di Morano Calabro, Frascineto e Civita, rispettivamente Francesco Di Leone, Francesco Pellicano e Vittorio Blois, il consigliere regionale, Giulio Serra, il segretario generale CGIL Pollino-Sibaritide-Tirreno, Angelo Sposato, Gino Di Minco e Franco Masotti sempre in rappresentanza del sindacato, nonché il dott. Salvatore Grisolia, ha avuto esito negativo.

Nessuna revoca, dunque. I posti letti saranno diminuiti e non vi sarà nessuna disposizione di incremento del personale medico e  infermieristico per evitare la chiusura del reparto ortopedico. Questo perché senza l’autorizzazione del presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti o dei subcommissari regionali alla Sanità, il Direttore Generale, Scarpelli, non può prendere alcun provvedimento.

Nei prossimi giorni, si terrà una conferenza di tutti i sindaci del territorio del Pollino, della Sibaritide e dell’Esaro, per discutere delle problematiche riguardanti la realtà ospedaliera dell’intero comprensorio e concordare proposte e azioni di  protesta, per far sentire forte alla Sanità regionale il grido di dolore di chi invoca tutela del diritto alla salute e vede, quotidianamente, mortificati i livelli essenziali di assistenza».

Anche le Liste Civiche si esprimono riguardo un problema che attanaglia l’intera popolazione e un intero territorio. I rappresentanti di “Solidarietà e Partecipazione” non sono soddisfatti dell’atteggiamento mostrato dall’Amministrazione comunale e dal sindaco Lo Polito, connotato da «mancanza di decisione, prolungati periodi di incomprensibili pause e timidi silenzi».

Le Civiche accusano il primo cittadino di aver assunto, anche durante la riunione con il Direttore Generale dell’ASP, un comportamento «quasi notarile, di chi si limita a prendere tristemente atto della situazione illustrata in sede di incontro ».

«Perché nulla di concreto è stato fatto fin qui, nonostante notizie ufficiali sulla drammatica situazione di Ortopedia circolavano già da circa un mese? Perché ci si riduce a minacciare interventi in extremis senza aver agito per tempo?». Queste le domande espresse dalle Liste Civiche. Per le risposte i cittadini attendono i fatti.

Annunci
Categorie:News, Salute&Ambiente
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: