Home > News, Politica > Sanità: Il Pd chiede il conto a Scopelliti e raccoglie firme per la revoca dell’incarico di commissario

Sanità: Il Pd chiede il conto a Scopelliti e raccoglie firme per la revoca dell’incarico di commissario

ospedale cvCastrovillari (CS) – Il Partito democratico raccoglie firme per richiedere al governo nazionale la revoca di Scopelliti dall’incarico di commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro nella sanità. Da domenica sono state registrate centinaia di sottoscrizioni, anche in città, dove il circolo del Pd ha allestito dei banchetti. Da queste parti, la battaglia politica è motivata anche dall’accorpamento in unico ospedale spoke, dei nosocomi di Castrovillari e Acri.

«E’ sotto gli occhi di tutti – denuncia il Pd guidato da Antonello Pompilio – il continuo e devastante depauperamento del servizio sanitario sul territorio, con il ridimensionamento degli ospedali cosiddetti minori, sino alla chiusura di fatto, senza la corretta attuazione di quanto previsto nel Piano per gli ospedali hub e spoke, anch’essi oggetto di spoliazioni e omissioni. In questo desolante quadro, gravissima e inaccettabile – rileva il Pd – è la situazione segnalata dalla responsabile del servizio farmacia dell’ospedale di Castrovillari, che fra pochi giorni vedrà esaurirsi il budget di spesa dell’intero primo trimestre 2013, con conseguente impossibilità di acquistare le medicine occorrenti ai pazienti».

Ma l’esempio «della gestione clientelare e personalistica di Scopelliti», secondo il Pd, è rappresentato proprio dalla «vicenda della trovata elettoralistica dell’ospedale spoke Castrovillari-Acri. La impossibilità di una sua concreta realizzazione, in quanto in contrasto con gli obiettivi e i contenuti del Piano di rientro approvato dal governo nazionale e con i criteri di una gestione razionale ed economica, è dimostrata dagli stessi atti amministrativi posti in essere dal direttore generale dell’Asp di Cosenza».

Il famoso decreto 191 «delega, per la concreta realizzazione, il direttore generale dell’Asp. Quest’ultimo, invece di dar luogo alla chiesta riorganizzazione, “propone”, con una nota del 15 gennaio indirizzata al medesimo Scopelliti, “in questa fase, in via temporanea e provvisoria, in attesa dell’approvazione dell’atto aziendale e del nuovo Piano sanitario regionale, una integrazione funzionale tra l’ospedale spoke di Castrovillari e Acri al fine di realizzare un’aggregazione gestionale e funzionale delle attività dei due ospedali». «Operazione insensata – continua il Pd – ove si consideri che i due ospedali  sono distanti tra loro oltre un’ora di macchina e collegati da strade a lenta  e tortuosa percorrenza.  Per questi motivi – secondo il Pd – il decreto 191 durerà soltanto per il tempo della stagione elettorale».
r.f.

Annunci
Categorie:News, Politica
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: