Home > Castrovillari, News > Addio al “papà” di Televiva. Con Salvatore Bianco va via un libro di storia dell’informazione televisiva calabrese

Addio al “papà” di Televiva. Con Salvatore Bianco va via un libro di storia dell’informazione televisiva calabrese

di Roberto Fittipaldi

salvatore_biancoCastrovillari (CS) – Ci ha lasciati, stamani, dopo una lunga malattia, Salvatore Bianco, commercialista, insegnante, giornalista pubblicista, editore e direttore responsabile di Televiva. Se n’è andato proprio nel giorno dedicato al patrono dei giornalisti: San Francesco di Sales.

Era il 1982 quando nasceva, a Castrovillari, la prima televisione locale della città. E’ sul finire degli anni Ottanta, tuttavia, che si consacra nell’olimpo delle migliori emittenti private calabresi e cosentine ad opera di un commercialista col pallino per il giornalismo, la denuncia e la politica: Salvatore Bianco.
Il nome del valido professionista è legato principalmente alla famosa Televiva, palestra di decine di giornalisti, cameraman, montatori e altre figure professionali che da quell’esperienza, grazie proprio a Salvatore Bianco, hanno realizzato i loro sogni arrivando a ricoprire prestigiosi incarichi.
Dottore commercialista dal 1966 e giornalista pubblicista dal 1986, laureato in economia e commercio presso l’università di Bari, Salvatore Bianco è stato fondatore e presidente dell’ordine dei dottori commercialisti di Castrovillari e Rossano. Revisore dei conti, titolare per circa un trentennio della cattedra di ragioneria e tecnica commerciale, è stato presidente del collegio sindacale in diverse società di capitale e curatore fallimentare del Tribunale di Castrovillari.

televiviaTeleviva si sviluppò tra l’86 e gli anni Novanta anche per via del trasferimento in una sede più adeguata, in via San Sebastiano, creata da Bianco per la tivù e per la sua fabbrica di mobili per l’ufficio, Omnia. Sale montaggio e di registrazione, redazione, direzione e, soprattutto, un ampio studio di registrazione capace di accogliere anche il pubblico, fecero di Televiva il luogo vivo del dibattito politico, culturale e sociale della città e dell’intero nord Calabria con il dottore Bianco mattatore delle trasmissioni politiche che conduceva con acume e astuzia.

Uomo di destra, Bianco, aveva il piglio del giornalista d’inchiesta. Documentato fino in fondo, come un buon giornalista dev’essere, difficilmente lasciava scampo agli intervistati. La televisione produceva il tg locale, inchieste, documentari, ma anche spettacoli musicali e giochi a quiz, tra cui Scala reale e Canta Remì. L’ascesa di Televiva si ferma, tuttavia, quando un gruppo di operatori ammutinano la televisione spegnendo i ripetitori e lasciandola priva di risorse umane. Quelle stesse persone che fonderanno un’altra tv locale, Rete Alfa 2. Ma Bianco non si arrende. Recluta vecchi collaboratori e ritorna a trasmettere. La sua instancabile e appassionata opera continua, così, superando sia Rete Alfa 2, che poi a Castrovillari cesserà di vivere, sia la nascita della redazione di Telestars. Nel 1997, però, un incendio, le dà il colpo mortale. Gli ultimi segni di vita continueranno nell’etere con l’attuale Metrosat, che mantiene la ragione sociale di Televiva e con essa il ricordo di un uomo fermo e deciso che sapeva fare televisione.

I funerali avranno luogo venerdì 25 gennaio alle ore 16,15 presso la Chiesa di S.Francesco. Cordoglio per la sua morte è stato espresso dal sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito e dal sindacato dei giornalisti calabresi di cui era componente del collegio dei probiviri.

Sentite condoglianze alla moglie, alle due figlie e ai nipoti da parte della nostra direzione e redazione.

Il cordoglio di Domenico Pappaterra
«Esprimo profondo e commosso cordoglio per la morte del dott. Salvatore Bianco. Ho avuto modo di conoscere Salvatore – racconta il presidente del Parco del Pollino – all’inizio della mia attività politica, proprio per via della sua indimenticata televisione, Televiva. Ricordo in particolare una trasmissione che conduceva, ponendo domande a raffica agli ospiti. Io, giovane sindaco di Mormanno, fui bersagliato da decine di quesiti, ricevendo il suo apprezzamento per le risposte e l’atteggiamento mostrato che preludevano, secondo lui, ad un futuro in politica. E così è stato e con Salvatore ci siamo ritrovati in varie altre occasioni. Televiva ha rappresentato, dunque – conclude l’ex deputato – il mio primo impatto da amministratore nel mondo dei media grazie proprio a Salvatore Bianco, fautore di svariate iniziative informative e sociali che hanno contribuito a far crescere il livello culturale e sociale del territorio del Pollino».

Annunci
Categorie:Castrovillari, News
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: