Home > News, Parchi e Montagne > VIDEO | Terremoto Pollino: Federparchi vicina al Parco e a Mormanno. Azioni concrete per rilanciare turismo

VIDEO | Terremoto Pollino: Federparchi vicina al Parco e a Mormanno. Azioni concrete per rilanciare turismo

federparchi_rotondaGUARDA IL VIDEO @telepollino.it

Mormanno (CS) – Federparchi si stringe attorno alle comunità del Parco Nazionale del Pollino colpite dal terremoto del 26 ottobre scorso e si fa promotrice di alcune proposte concrete per rilanciare in particolare il settore turistico, gravemente compromesso dal sisma. Stamani, dapprima nella sala “Luigi Viola” (foto) dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, a Rotonda (PZ), successivamente al Comune di Mormanno (CS), il presidente della Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali, Giampiero Sammuri accompagnato dal presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra e dai colleghi del coordinamento di Federparchi Italo Cerise, presidente del Parco nazionale del Gran Paradiso, Antonello Zuberti, già presidente del Parco Naturale Adamello Brenta e Francesco Carlucci, direttore di Federparchi, hanno incontrato rispettivamente gli operatori turistici dei comuni colpiti dal sisma e il sindaco di Mormanno, Guglielmo Armentano e alcuni assessori comunali. Presenti, a Rotonda, il sindaco del comune pollineo, Giovanni Pandolfi, quello di Viggianello, Vincenzo Corraro, il direttore dell’Ente Parco del Pollino, Annibale Formica, il presidente della Comunità del Parco, Sandro Berardone e il presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, Val d’Agri, Lagonegrese, Domenico Totaro, coordinatore di Federparchi Basilicata e a Mormanno, il vice presidente del Parco del Pollino, Francesco Fiore e la presidente del Parco nazionale della Sila, Sonia Ferrari, coordinatrice di Federparchi Calabria.

Le azioni proposte da Federparchi e i commenti
«Federparchi si muove sullo spirito della condivisione in maniera trasversale». Così Giampiero Sammuri ha spiegato il motivo della visita nel Pollino e della solidarietà espressa ai comuni colpiti dal sisma attribuendo «importanza decisiva ai sindaci tant’è che il 29 gennaio Federparchi firmerà un accordo con l’Anci».
Sulla scia di quanto fatto in Abruzzo, dove i tre parchi nazionali erano stati colpiti dal sisma in maniera marginale risentendo comunque degli effetti soprattutto economici relativi al comparto turistico, Sammuri ha detto che è necessario «cancellare l’idea che si è fatta strada e affermare che nel Pollino si può venire tranquillamente». Per questo motivo da subito Federparchi metterà a disposizione il proprio sito internet http://www.parks.it che è secondo al mondo per gli utenti che vogliono visitare i parchi e poi cercherà, con i media nazionali e attraverso trasmissioni di settore, come Ambiente Italia, di veicolare speciali sul Pollino che ne promuovano l’immagine. Un’altra occasione che sarà utilizzata sarà la vetrina della Borsa Internazionale del Turismo in programma a Milano a febbraio dove organizzare una conferenza stampa specifica magari con il contributo – come suggerito dal presidente Totaro – dei presidenti delle regioni Basilicata e Calabria. Intervenire, infine, sull’ordinanza della Protezione civile attraverso il prefetto Gabrielli e da ultimo utilizzare la Carta Europea del Turismo Sostenibile, alla quale si sta lavorando in questi mesi, quale ulteriore volano di promozione dell’area protetta più grande d’Italia che, proprio grazie alla sua estensione, non è stata tutta interessata dal terremoto e dove, si è ricordato, le strutture ricettive oltre a non avere riportato danni sono sicure. «Sul Pollino si resta a bocca aperta», ha ribadito anche in quest’occasione Sammuri, per cui è necessario «lanciare una campagna specifica per visitare il Parco». Federparchi, infine, si è detta disponibile anche ad inserirsi con un proprio evento nella fiera del turismo che il Parco sta organizzando insieme con il Comune di Viggianello per i primi di Maggio. A Mormanno, inoltre, Sammuri, raccogliendo la proposta del presidente del Parco del Pollino, Pappaterra, ha annunciato che Federparchi chiederà di investire dei finanziamenti del Ministero dell’Ambiente per spostare il centro visita del Parco dal centro storico all’area del polifunzionale, sottostante il Municipio, creando un centro visita moderno e multimediale dedicato al sistema delle aree protette italiane. Come fatto per il terremoto di L’Aquila, insomma, un segno concreto di solidarietà e di speranza per le comunità della valle del Mercure che hanno subìto più danni morali e economici che materiali. Sebbene pure quelli, a Mormanno, in particolare, sono stati ingenti. Secondo il sindaco Armentano sarebbero infatti 26milioni di euro e se la prossima apertura del simbolo del terremoto, l’ospedale “Minervini”, rappresenta un segno di speranza, c’è ancora molto da fare soprattutto per evitare lo spopolamento e per il comparto turistico che «ne esce a pezzi». Soddisfatto dell’iniziativa il presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra che insieme con Berardone, Formica e Fiore ha ringraziato il presidente Sammuri e il coordinamento per la vicinanza pratica dimostrata.
All’incontro di Rotonda sono intervenuti anche degli operatori turistici. I dati rilevati sui danni indotti dal terremoto parlano chiaro. A Viggianello, ad esempio, nel periodo del ponte di Ognissanti sino all’Immacolata si è registrato un meno 170mila euro nel comparto turistico. Meno 155mila a Rotonda e meno 60mila a Castelluccio. Nell’area calabrese colpita dal sisma solo 150 presenze su 500 posti letto con il crollo totale delle presenze registrato a Mormanno.

ROBERTO FITTIPALDI

Annunci
Categorie:News, Parchi e Montagne
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: