Home > News, Politica, Salute&Ambiente > Spoke Castrovillari/Acri, Le dichiarazioni del sindaco Lo Polito alla vigilia della trasferta a Reggio Calabria

Spoke Castrovillari/Acri, Le dichiarazioni del sindaco Lo Polito alla vigilia della trasferta a Reggio Calabria

lo politoCastrovillari (CS) Dopo il sit-in davanti l’ASP di Cosenza, è in programma un’altra partenza. Questa volta la destinazione è Reggio Calabria. Venerdì 11 gennaio, il Comitato  Territoriale per la Tutela della salute nell’area del Pollino e della Sibaritide e per la difesa dell’Ospedale Spoke di Castrovillari, si recherà, con una mobilitazione allargata e condivisa, presso il Consiglio regionale, a Reggio Calabria, per ribadire la propria ferma opposizione al decreto regionale 191 del 20 dicembre 2012 che accorpa l’Ospedale Spoke di Castrovillari al nosocomio di Acri con tutto ciò che ne consegue in termini di ricadute negative per i pazienti, servizi, reparti e spesa sanitaria.

«Andiamo avanti per la nostra strada – dichiara il sindaco di Castrovillari Lo Polito – nonostante le rassicurazioni, durante l’incontro con il Presidente Scopelliti, sul fatto che le specializzazioni dell’Ospedale Spoke , con i relativi Primari ed Unità Operative complesse, saranno allocati nella struttura di Castrovillari, che non vi sarà per il nostro Ospedale alcun decremento di posti letto rispetto alla previsione originaria e che  nei prossimi giorni saranno verificati gli aspetti tecnici del decreto in un confronto tra il presidente della Regione, una delegazione del territorio del Pollino, il sub commissario regionale, D’Elia, ed il Direttore generale dell’ASP di Cosenza, Scarpelli.

La ragionevolezza di questa “battaglia” legittima, senza colore politico, democratica ed  interistituzionale a più livelli e su più fronti, è data dalla volontà di tutelare la salute dei cittadini, già emarginati per svariati motivi, ai quali non deve aggiungersi il proprio diritto alla salute. Da qui l’esigenza di un’attenta, corretta ed organica programmazione, rispettosa di scelte di politica sociale, legate all’area del Pollino e della Sibaritide, che vogliamo tutelare e difendere  in tutte le sedi.

Questo è il semplice coraggio che serve alla sanità per cambiare – conclude Lo Polito – e l’importante contributo che pretendiamo nella direzione dei servizi sanitari. Ogni desiderio di potenziamento, senza i presupposti a tutela di quel diritto alla salute che non può essere violato, è falso».

 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: