Home > News, Politica > Primarie centrosinistra: Castrovillari sceglie Bersani come leader

Primarie centrosinistra: Castrovillari sceglie Bersani come leader

Castrovillari (CS) – Si va verso il ballottaggio tra Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi con circa otto punti di distanza tra i due contendenti (44,3% a 36,34). Questo l’esito, seppure non ancora definitivo, delle elezioni primarie del centrosinistra che ha visto un’ottima affluenza alle urne con oltre tre milioni e mezzo di partecipanti. Un risultato importante in un clima economico difficile e di totale sfiducia nei confronti della politica.
I candidati sono ben amati nei loro territori d’origine. Dunque la Toscana è pro-Renzi, l’Emilia-Romagna elegge Bersani, e in Puglia, nonostante l’attuale leader del PD ottenga il 40%, l’effetto Vendola si fa sentire toccando la punta più alta rispetto alla media nazionale, il 35% di voti.

Bersani vince in 16 regioni su 20 e Renzi nelle restanti quattro (Toscana, Piemonte, Umbria e Valle d’Aosta). Il risultato migliore del segretario si registra al Sud e nelle isole dove Bersani supera il 50% in cinque regioni (Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna) su otto, con la punta più alta in Calabria (59,4%). Quattro capoluoghi calabresi sono, infatti, per il segretario del PD: Catanzaro, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia. A Cosenza, invece, si afferma a sorpresa Vendola, nonostante i paesi della provincia non confermano questo risultato, a favore, invece, di Bersani.

LE PRIMARIE A CASTROVILLARI
Castrovillari e i paesi del circondario sembra che abbiano puntato su un unico vincitore per le primarie del centrosinistra: Pier Luigi Bersani. Nel capoluogo del Pollino il leader emiliano ottiene 396 voti pari al 42,8%, seguito da Nichi Vendola con 283 voti pari al 30,7% e Matteo Renzi con 227 voti pari al 24,2%.
22 preferenze per Bruno Tabacci e 13 per Laura Puppato.
Solo Altomonte si distacca dal coro pro-Bersani facendo primeggiare Vendola con 102 preferenze.

L’Italia politica dovrà dunque aspettare domenica 2 Dicembre, quando si andrà al ballottaggio, per conoscere il leader che rappresenterà la sinistra nelle prossime elezioni. Intanto i nomi sono due, il giovane sindaco di Firenze, Matteo Renzi e il segretario nazionale Pier Luigi Bersani che così ha commentato la sua vittoria al Sud: «Posso dire che la sofferenza c’è in tutta Italia, ma nel Sud c’è una sofferenza molto particolare. E io ho orecchio per la sofferenza».

Annunci
Categorie:News, Politica
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: