Home > News, Parchi e Montagne > Incendi Pollino: Il Ministro dell’Ambiente Clini chiede intervento Nucleo investigativo. Soddisfazione di Pappaterra

Incendi Pollino: Il Ministro dell’Ambiente Clini chiede intervento Nucleo investigativo. Soddisfazione di Pappaterra

Roma – Il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini (nella foto) è intervenuto in merito al vasto incendio che da giorni sta interessando il massiccio del Pollino annunciando di aver “chiesto l’intervento dei Carabinieri e del Nucleo investigativo antincendio boschivi del Corpo forestale per indagare su questi drammatici eventi”. “Le prime indagini – aggiunge Clini – sembrano confermare che gli incendi in questi giorni che stanno devastando il Parco e le sue foreste pregiate sono di origine dolosa; pochi vigliacchi distruggono un bene di tutti e mettono a rischio il raro Pino loricato”. L’intervento di Clini fa seguito alle parole di Angelo Bonelli dei Verdi che proprio in giornata ne aveva richiesto l’interessamento.

Dal canto suo, il presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, plaude all’intervento del ministro in quanto considera “fondamentale in questo momento consegnare alla giustizia gli artefici di questo efferato gesto”. «Confido molto – riferisce Pappaterra – nella professionalità e competenza dei Carabinieri e degli operatori del Nucleo investigativo anticendio boschivi del Corpo forestale che ho avuto modo di apprezzare già durante la drammatica stagione del 2007″.

Annunci
Categorie:News, Parchi e Montagne
  1. Leonardo
    23 luglio 2012 alle 20:34

    Presidente Pappaterra tutti noi confidiamo nella professionalita’ del nucleo investigativo del cfs, ma confidavamo pure che non ci sarebbe mai servito il loro intervento o meglio che ci sarebbe stato tutte le volte che un incendio nel parco si fosse verificato, vede o siamo in un parco nazionale o siamo in una libera campagna, se siamo nel primo rispetto alla campagna dobbiamo avere delle maggiori tutele a tutti i livelli, gli incendi lungo la catena del pollino si sono verificati con frequenza solo dopo l’istituzione del parco da qui’ quindi la necessita’ della tutela e noi cittadini la Pretendiamo, cosi’ come pretendiamo che chi ha commesso tutto cio’ sia assicurato alla giustizia.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: