Home > News, Parchi e Montagne > “Povero Pollino”, foto notizia di Carlo Maradei sugli incendi nel Parco calabrese

“Povero Pollino”, foto notizia di Carlo Maradei sugli incendi nel Parco calabrese

Castrovillari (CS) – Fuoco sul Pollino. Da Conca del Re verso Pollinello. Oggi. Ieri, invece, sulla Manfriana ad Eianina. E a San Rocco, a Castrovillari. Quest’estate, come la scorsa, è un’estate di fuoco. Sale l’indignazione di cittadini e Istituzioni. I primi contro chi non interviene. Le seconde contro la burocrazia che non consente di intervenire tempestivamente. Ma l’indignazione più forte è di chi non concepisce che il territorio sia distrutto da gente ignobile che distrugge così anche il suo futuro. E di chi non comprende perchè non si riesca ad intervenire tempestivamente per evitare che la mano degli incendiari raggiunga lo scopo per cui agisce.
(foto di Carlo Maradei)

Annunci
Categorie:News, Parchi e Montagne
  1. 17 luglio 2012 alle 11:37

    che tristezza . i monti non sono stati creati per essere dati alle fiamme… ma per accogliere passi di bimbi, di anziani, di ragazzi che vogliono godere della meraviglia del creato… gli alberi devono pagare ogni anno il loro tributo di sangue all’incuria, alla cattiva gestione di un territorio che è come il giardino dell’Eden… se solo si riuscisse a partire dalla bellezza… si farebbe di tutto per farla restare tale..
    solo tristezza e sconforto nel vedere bruciare un territorio che amo che mi appartiene.

  2. Marco
    17 luglio 2012 alle 17:08

    Chiediamoci perchè la Alpi e le Dolomiti non bruciano mai.
    Non c’è niente da fare. Ci vuole cultura. Solo da li si potrà ripartire. E per cultura non intendo soltanto quella dei titoli di studio e dei libri (che comunque, non nascondiamocelo, spesso fanno la differenza), ma cultura del territorio, cultura della storia della propria terra, cultura della salute, cultura dell’ambiente, cultura della legalità, cultura dell’onestà, cultura dell’altruismo e del bene pubblico (che da noi è pressochè sconosciuta).
    Fino a quando non ci sarà questo il Pollino continuerà a bruciare e con esso il resto della Calabria.

  3. alario natalia
    17 luglio 2012 alle 18:17

    condivido pienamente ciò che ha scritto Marco

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: