Home > Castrovillari, News, Politica, telecastrovillari.tv | telepollino.it > Frana Santuario Madonna del Castello: la preoccupazione del Capo della Protezione civile calabrese, Franco Torchia

Frana Santuario Madonna del Castello: la preoccupazione del Capo della Protezione civile calabrese, Franco Torchia

GUARDA IL VIDEO

Castrovillari (CS) – E’ apparso alquanto preoccupato Franco Torchia, sottosegretario alla presidenza della Regione Calabria con delega alla Protezione Civile (nella foto durante l’intervista di Roberto Fittipaldi), per la situazione verificatasi sotto il colle del Santuario della Madonna del Castello, a Castrovillari. Vi si è recato stamani, in visita con i suoi collaboratori della Protezione civile regionale [VIDEO] che erano già stati sul posto l’8 marzo, due giorni dopo la frana, e di persona ha constatato che «la situazione non è semplice» e nemmeno «superficiale come qualcuno vuole raccontare» e che sarà necessario consolidare l’intero costone non per 300 metri ma per un chilometro e forse più. Ci vorrà tempo e denaro. Quando gli chiediamo quante risorse occorreranno, ammette che non si tratta di 2 o 3 milioni di euro come si era detto, ma che servono ingenti risorse per il consolidamento di tutta l’area (7, 8 milioni di euro), censita come area R4, a grande rischio idrogeologico. Risorse che vanno trovate nell’APQ. Torchia interesserà l’autorità di bacino, Domenico Percolla, commissario straordinario (delegato dal 2011 per l’attuazione degli interventi in materia di difesa del suolo previsti dall’Accordo di Programma Quadro stipulato tra la Regione Calabria e il Ministero dell’Ambiente) e il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. Ma Castrovillari non è inserita nell’APQ perché non si prevedeva un simile evento e quindi andrà riconsiderata alla luce di quanto avvenuto.
Gli chiediamo se la situazione è pericolosa, se può degenerare. Risponde che non è un «veggente» ma che «48 ore di pioggia intensa» possono far venire meno anche il territorio più solido. Insomma la questione è molto delicata, ribadisce. E i lavori di somma urgenza, che proseguono incessantemente per convogliare le acque e per garantire l’accesso pedonale al Santuario, il sottosegretario Torchia spera possano consentire il regolare svolgimento della festa patronale del 1° Maggio. Ma senza tralasciare di fare quanto è necessario per affrontare il dissesto idrogeologico dell’area che è ciò che preoccupa maggiormente in questo momento.

Sempre stamani si è recato al Santuario anche il Vescovo della Diocesi di Cassano all’Jonio, mons. Nunzio Galantino, che si è fermato a lungo con il Rettore del Santuario, don Carmine De Bartolo e i parroci della città (per il ritiro del clero di Castrovillari) e che, salutato dal sottosegratorio Torchia e dai politici che lo seguivano (dal sindaco Franco Blaiotta ai consiglieri regionali Gianluca Gallo e Gianpaolo Chiappetta, da Franco Pichierri al candidato sindaco del centrodestra Mario Rosa), ha rimarcato che era lì per pregare chiedendo anche a loro di farlo!

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: